sei in: Home page > Chi siamo - L'Idea
 
Lo Stretto e Horcynus, «Le nuove conoscenze che ci fanno scoprire la Terra-Patria - la Terra-sistema, la Terra-Gaia, la biosfera, il posto della Terra nel cosmo - non hanno alcun senso finché sono separate le une dalle altre. Ripetiamolo: la Terra non è la somma di un pianeta fisico con la biosfera e con l'umanità. La Terra è una totalità complessa fisica/biologica/antropologica, in cui la vita è un'emergenza della storia della vita terrestre. La relazione dell'uomo con la natura non può essere concepita né in modo riduttivo né in modo disgiunto»
Edgar Morin - membro del comitato scientifico del Parco

I contenuti del Parco Horcynus Orca sono stati esplicitamente ispirati a paradigmi di complessità. Sin dalla premessa iniziale del progetto è stata proposta l'idea di nessi culturali e di labirinto quali metafore del Parco e quali possibili chiavi di lettura del romanzo laboratorio cui il Parco si ispira. Il progetto, infatti così come il romanzo, coinvolge un sistema complesso di saperi (dalla Biologia marina, alla Fisica del Caos, dalle scienze naturali all'Archeologia, dall'Arte alle Scienze della terra, dalla letteratura all'antropologia, dalla sapienza dei pescatori alla ecologia marina) che costituiscono la grammatica e la sintassi di uno spazio millenario: lo scill'e cariddi.
Il Parco Horcynus Orca è pensato come un organismo vivente sempre nuovo, un sistema di relazioni in continua osmosi fra saperi ed esperienza. Esso costituisce un ponte innovativo fra ricerca scientifica, innovazione tecnologica, linguaggi creativi e divulgazione partecipata, fra tradizione mitologica, storica, etno-antropologica e alta tecnologia. Il Parco, fedelmente all'impostazione epistemologica data e ai contenuti sviluppati, si propone come una sorta di ipertesto reale dove il visitatore può disegnare un proprio percorso di ricerca e di fruizione personalizzato in un'area dove altissima è la concentrazione di riserve, aree protette, siti ad alto interesse di naturalità, ricchi di millenarie stratificazioni culturali (dai Nebrodi ai Peloritani all'Aspromonte, dalle isole Eolie allo Stretto di Messina fino a Taormina e l'Etna).

Il Parco Horcynus Orca produce grandi eventi internazionali legati ai suoi progetti di indagine e di ricerca (per es. la Biennale d'Arte Contemporanea del Mediterraneo, l'Horcynus Festival) ed è divenuto centro ONU di documentazione, ricerca, alta formazione e trasferimento delle tecnologie e dei saperi legati al mare.
Un Parco ambientale, dunque, localizzato in un'area che, con le sue tensioni geodinamiche, culturali e socio-economiche, con la sua ricchezza esaustiva di flora e fauna marina, con il suo essere emergenza singolare di vita, con il suo essere nodo di antiche culture è paradigma del Mediterraneo.
Un Parco culturale, localizzato nell'area dello Stretto di Messina, dove unicità, dinamicità e varietà degli ecosistemi naturali si intrecciano da sempre con processi di antropizzazione, di rappresentazione e di costruzione culturale plurale.
Un Parco internazionale di ricerche multidisciplinari.
Un Parco contemporaneo, in definitiva, dove convivono stratificazioni millenarie di culture e innovazione; rappresentazioni poetiche, visive, immaginifiche e modellizzazioni scientifiche; bellezza e liberazione.

 
Culture Mediterranee
Parco Tecnologico
Parco Educativo