sei in: Home page > Il Parco - Alfabeti del Duemari
 
 

Si tratta di un percorso permanente a metà fra la divulgazione scientifica e le arti contemporanee, articolato in tre sale finalizzato all'attivazione di un centro di specializzazione di divulgazione e di educazione ambientale.

La prima sala, destinata alla terracqua, propone spunti creativi sugli ambienti naturali di superficie. Si indagano: la millenaria pesca del pescespada, i grandi cetacei, le fere e le orche, che migrano attraversando periodicamente lo Stretto e che qui talvolta si spiaggiano e muoiono, il moto caotico delle correnti, i rapporti preda-predatore dello zoo-plancton e del fito-plancton, gli ambienti di pozza di marea, la flora e la fauna tipiche dello Stretto.

La seconda sala propone suggestioni sugli ambienti di media profondità e sugli abissi, i relitti sottomarini; in uno spazio privo di luce, posto al centro della sala per suscitare grande impatto emotivo, una collezione unica di pesci abissali, i mostri dello Stretto.

La risalita da questo viaggio negli ecosistemi dello Stretto, avviene nella terza sala (non ancora completa).  Sarà la sala di snodo fra il percorso immersivo e l'itinerario archeologico del Parco, e sarà dedicata alla parola, attraverso una lettura trasversale dei temi del romanzo ispiratore, Horcynus Orca, e della letteratura ad esso collegata.

Il percorso "Alfabeti del Duemari", sui saperi del mare dello Stretto, è ospitato permanentemente presso il complesso monumentale di Capo Peloro sede del Parco Horcynus Orca.

 
Culture Mediterranee
Parco Tecnologico
Parco Educativo