sei in: Home page > Il Parco - Percorso d'Arte Contemporanea
 
Percorso semi - permanente di Arte Contemporanea
Le sale del lato occidentale del forte ottocentesco costituiscono il percorso espositivo dedicato all'arte contemporanea, progettato per rendere fruibile attraverso una esposizione semi-permanente il patrimonio artistico della Fondazione.
Il percorso, a cura di Martina Corgnati e Gianfranco Anastasio, raccoglie opere di natura differente (dipinti, sculture, installazioni, video installazioni, ecc.) in parte prodotte appositamente per eventi o progetti internazionali della Fondazione Horcynus Orca, in parte frutto di donazioni, che sono state realizzate da importanti artisti provenienti da vari paesi dell'area mediterranea (Palestina, Egitto, Libano, Tunisia, Italia tra gli altri).
Del percorso fanno inoltre parte due opere situate all'esterno delle sale della Torre.
La "Porta" (2008) realizzata dal noto artista siciliano Emilio Isgrò (Barcellona Pozzo di Gotto, 1937), cancello di accesso alle sale cinquecentesche, prima realizzazione del progetto "Porte", che affiderà periodicamente a importanti artisti la riprogettazione in forma d'arte dei tanti accessi del complesso monumentale.
E la grande scultura dell'artista umbro KARPÜSEELER (Perugia, 1955) dal titolo "Circostanze" - Opera vincitrice Premio Internazionale di scultura Horcynus Orca (Pietra di Comiso 2001) installata nel Giardino delle Sabbie. Due colonne irregolari con uno spazio intermedio che individuano poeticamente lo spazio dello Stretto di Messina, incastonato tra due terre, ma aperto su mondi diversi, così come già lo descrive Omero.
Il Percorso semipermanente attualmente comprende le seguenti opere:

SALA 1
GIANFRANCO ANASTASIO
(Messina, 1956)
Porte (acciaio, pigmenti, vernici 2001)
GIANFRANCO D'ALONZO (Roio del Sangro (CH), 1958)
Senza titolo
ANGELO CASCIELLO (Scafati, 1957)
Senza titolo (pastelli 2002)
RICCARDO DALISI (Potenza, 1931)
Guerriero (bronzo 2000)
CARMELO NICOSIA (Catania, 1960)
(frammenti da...)
L'ultimo sole (stampa ai sali d'argento 2001)
CLAUDIA BURGMAYER (Regensburg, 1970)
Lo Stretto (tecnica mista su tela 2001)
RONALD NICHOLAESEN (New York 1949)
Magie del tempo (Stampa ai sali d'argento 2005)
MADDALENA BELLORINI (Londra, 1969)
Accesso In-disturbato (videoinstallazione 2002)

SALA 2
MOATAZ NASR (Alessandria, 1961)
The water (installazione 2005)
MOATAZ NASR (Alessandria, 1961)
Father and son (Video-installazione 2004)
HALA EL KOUSSY (Cairo, 1974)
Peripheral (video-installazione 2004)
EMILY JACIR (Betlemme, 1970)
Crossing Surda (A record of going to and from the work)
(Video-installazione 2004)
KHALED HAFEZ (Cairo, 1963)
Batman e Anubis (tecnica mista su tela 2005)
KHALED HAFEZ (Cairo, 1963)
Idler¿s logic (video-installazione 2004)
SALAH SAULI (Beirut, 1962)
Amulet (carta, fili di lana, suoni 2002)

 
Culture Mediterranee
Parco Tecnologico
Parco Educativo