image/svg+xml

Giardino delle Sabbie

Giardino delle Sabbie

Il Giardino delle sabbie, affaccio privilegiato sullo Stretto, rappresenta lo spazio antistante l’edificio “ex tiro al volo”, in prossimità di quel braccio di mare che separa la Sicilia dalla Calabria e da dove è possibile osservare parte di quei fenomeni caotici determinati dall’abbraccio millenario dei due mari, lo Ionio e il Tirreno.

Il Giardino delle sabbie è anche parte di un progetto che ha ricreato in parte l’originaria duna costiera scomparsa nel tempo a causa della forte antropizzazione, cui si aggiunge il ripristino di quelle specie vegetali che nel tempo hanno elaborato meccanismi osmotici per sopravvivere in un ambiente estremo come quello sabbioso.

Sempre nella stessa area è possibile ammirare parte della collezione permanente di arte contemporanea della Fondazione, tra cui dominano le sculture Circostanze di Karpüseeler e Il tuffo di Rainer Schlüter.